Sarah Striano
Da sempre appassionata di arti teatrali, mentre frequento la scuola olistica Insieme & Oltre scelgo di prendere la mia strada personale per dedicarmi ad aiutare le persone amalgamando le tecniche teatrali apprese negli anni alle metodologie più avanzate per aumentare la propria consapevolezza e vedere la vita con occhi diversi. In questo periodo imparo l'arte dello storytelling mitologico, la programmazione mentale per mezzo della voce, meditazione guidata profonda e ipnosi sempre utilizzando la voce come punto di riferimento principale e comincio a tenere laboratori sciamanici e costellazioni familiari. Nel frattempo mi dedico sempre più alla voce, iscrivendomi alla scuola professionale di doppiaggio, dizione e publing speaking degli Studi Titania e portando a compimento tutti i livelli. Sempre presso gli studi Titania, partecipo alla scuola di recitazione, portando in scena La strana coppia vers. femminile, nel ruolo di Fiorenza. Dal 2013 faccio parte di uno dei laboratori teatrali stabili tenuti dalla A/C il Melograno ed ho avuto l'occasione di recitare in molti spettacoli, e di dedicarmi anche alla drammaturgia. L'ultimo spettacolo che abbiamo portato in scena poco prima della attuale emergenza, Jekyll di Evan Placey, è una rivisitazione in chiave femminile, inedita in Italia, del Dr. Jekyll e Mr. Hyde, in cui ho avuto il piacere di interpretare Florence, una giovane e scaltra ragazza che vuole fare la differenza nel mondo. Mi sono specializzata in teatro immersivo, teatro di narrazione, tecnica Viewpoints teatrale con Catherine Moore (Carnegie Mellon University School of Drama). Da anni tengo lezioni di dizione e impostazione vocale per varie associazioni culturali, partecipo a reading in giro per i locali e a performance urbane. Ma il teatro per me è anche aggregazione e solidarietà e, con grande piacere, ho partecipato alla scrittura e recitazione dello spettacolo Istruzioni di Volo, il cui ricavato è andato interamente al fondo Alessandro Cannella di Parent Project onlus per la lotta alla distrofia muscolare di Duchenne. Sempre tramite Il Melograno, ho avuto l'occasione di interpretare Giulietta in Romeo e Giulietta per i detenuti del carcere Regina Coeli.